Come scegliere una buona paellera?

 

La padella in cui viene cucinato paella è chiamato paella o paellera. In valenziano Paella significa appunto padella da cui il piatto prende il nome.

Materiale

La paellera è una padella (e non una pentola!) dal fondo piatto e bordi di pochi centimetri. La paellera originale è in ferro. Nei negozi sono vendute anche sotto il nome di paellera in acciaio lucido. Lo svantaggio principale è nella pulizia perché arrugginisce molto velocemente. Prima e dopo ogni utilizzo è necessario ungerla con olio in modo che non arrugginisca. Dopo la pulizia è fondamentale per asciugarli bene e conservare in un luogo asciutto. Se una paellera si arrugginisce, è possibile pulirle con una “ricette di casa” ovvero versare un po’ di Coca Cola o strofinare con una scorza di limone.
La paellera più utilizzata oggi è quella smaltata. Questa paellera nera (e nella maggior parte dei casi con piccoli puntini bianchi) non arrugginiscono e sono molto più facili da pulire. Inoltre non arrugginisce né è necessario ungerli con l’olio. Per l’uso normale si consiglia questo tipo di paella. Le paella più moderne sono smaltate con rivestimento antiaderente. Queste non arrugginiscono e il cibo non si attacca alla padella.

Dimensioni della paellera

Leggi tutto “Come scegliere una buona paellera?”

Ricetta originale della paella valenciana

Paella valenciana

Cominciamo con una grande delusione: la ricetta orginale della paella valenziana non è di pesce.

Originariamente la paella (prende il nome dalla particolare padella usata) era condita con fagioli anguille e lumache ma non fatevi passare la voglia di cucinare che non è questa la ricetta che andremo a vedere.

La ricetta originale è fatta essenzialmente con carne di pollo e di coniglio e fagioli, vedimao nel dettaglio quindi gli ingredienti per 6 persone:

200 gr di Olio di oliva
1,5 litri di acqua
500 gr di riso
150 gr di pollo
150 gr di coniglio
100 gr di pomodoro triturato
50 gr fagiolini (judías verdes anchas)
25 gr di fagioli (garrofón)
Lumache scusciate
Zafferano
peperoncino

La preparazione della paella è piuttosto lunga perché richiede l’alternanza di un fuoco vivo a lunghi periodi su un fuoco molto lento, inoltre il fornello dovrebbe essere anche molto grande per abbracciare tutta la padella.

Vediamo quali sono i passi per prepararla

1. Mettere l’olio nella padella e controllare che la padella sia perfettamente dritta e accendere il fuoco;

2. Quando l’olio sarà caldo potremo mettere il pollo e il coniglio e girarlo di tanto in tanto;

3. Cotta la carne aggiungiamo le verdure (i fagioli devono essere già cotti!);

4. Soffritte anche le verdure, mettiamo anche il pomodoro e continuiamo il soffritto senza smettere mai di girare;

5. Fatto questo aggiungiamo abbastanza acqua da preparare per il riso. L’acqua sembra essere uno degli ingredienti fondamentali della paella infatti si raccomanda di non usare acqua minerale o aggiungere un po’ di bicarbonato per dargli corposità;

6. Mettiamo lo zafferano, le lumache e il sale;

7. Quando l’acqua è al punto di bollire alziamo la fiamma per 5 minuti e poi ancora mezzora con il fuoco medio. Aggiungere l’acqua per compensare all’evaporazione;

8. Dopo questa mezzora ravvivare il fuoco e aggiungere il riso che che sia ripartito uniformemente per tutta la padella e si lascia cuocere 10 minuti.
Riabbassare il fuoco e lasciare cuocere finché il riso non sarà cotto (il riso deve rimanere asciutto e con i chicchi interi).

Ora potete guarnire la padella e portarla in tavola prima di servirla e augurarvi un ¡buen provecho!