Idee per una cena spagnola in casa

tapas spagnole
Foto tratta da Flickr

L’estate è il periodo dell’anno in cui ci rilassa e ci si prende di più del tempo per organizzare cene tra amici sul terrazzo e nelle case fuori città. Non a caso d’estate le visite alla mia ricetta originale della sangria hanno sempre un’impennata grazie al fatto che va bevuta fresca e con la frutta che contribuisce a dare un tocco di freschezza. Ma perché limitarsi alla sola sangria? Perché non stupire gli amici con una cena spagnola?
Vi propongo quindi un’idea per una cena o aperitivo facile da fare, linkandovi le ricette già presenti su questo blog.

Il suggerimento base che vi propongo è quello di non fare uno o due piatti importanti ma fare una cena con le tapas che è più caratteristico, sembrerà laborioso ma le nostre ricette sono molto facili.

Il pane è un alimento alla base di tutta la cucina europea e sicuramente non può mancare su una tavola imbandita in Spagna, pertanto procuratevi del buon pane da affettare e mettere a tavola.

Nei supermercati più forniti potrete trovare il famoso jamon serrano, ma in alternativa potere usare anche l’ottimo prosciutto crudo italiano (ma non fatelo tagliare troppo sottile, l’ideale sarebbe tagliato a mano!), olive e formaggi di pecora. Se avete beccato il supermercato giusto potreste trovare anche del chorizo, tipico salame spagnolo.

Fin qui tutto molto facile e se non si trova la materia prima adeguata poco identificabile con la Spagna facilmente sostituibile, pertanto aggiungiamo il primo elemento caratteristico: la tortilla de patatas, frittatata di patate e cipolle, tipico piatto povero. La tortilla va tagliata a cubetti e servita con gli stuzzicadenti.

Dei condimenti con cui mangiare il pane o accompagnare la tortilla possono essere delle salse come l’aioli (una salsa all’aglio spesso simile ad una maionese all’aglio) , il mojo picòn (salsetta piccante) e non per ultimo il gazpacho.

Più o meno con gli stessi ingredienti del gazpacho potreste preparare un’insalata che sicuramente fa piacere da degustare a fine pasto, la pipirrana.

Come ultimo piatto, il piatto forte, la paella! Non può mancare quando si parla di cucina spagnola. Il risotto al pesce di origine della città di mare di Valencia è famoso in tutto il mondo e con diverse varianti, ma quella che vi propongo ovviamente è la ricetta originale della paella valenciana.

Se vi piace cucinare e non siete già stanchi alla sola lettura di questo articolo, allora vi consiglio anche di aggiungere le croquetes di jamon, crocchete di besciamella e prosciutto, e dedicarvi ad un secondo di pesce che può essere una bella frittura di calamari, sarde allo spiedo o se siete degli appassionati di MasterChef cimentarvi nella ricetta del polpo alla gallega.

Infine oltre che la sangria potreste provare come alternativa il tinto de verano, vino con gassosa tipico in Andalusia oppure una fresca “cerveza” (birra) spagnola che si trova anche nei nostri supermercati, come la San Miguel o la Estrella Damm.

Magari potreste usare queste idee ance per organizzare una cena romantica, sicuramente, grazie anche all’aiuto della sangria, andrete a segno!